Il sindaco di Roma li ha pedonalizzati per finta, noi i Fori Imperiali li pedonalizziamo davvero. OCCUPY FORI IMPERIALI, per confinare le auto nelle piste macchinabili e restituire le strade alle persone. Con questo slogan è stata lanciata dalla comunità ciclistica romana, #salvaciclisti in primis la manifestazione del 20 Settembre a Via dei Fori Imperiali #OccupyFori, centinaia di cittadini in bicicletta e a piedi hanno occupato pacificamente la strada che va da Largo Corrado Ricci fino al Colosseo, quel mezzo km di strada che il neo Sindaco Ignazio Marino aveva promesso, tappezzando Roma di cartelloni pubblicitari, sarebbe diventata ‘la passeggiata dei romani’.

Lo scorso 3 Agosto la via è stata, per così dire, pedonalizzata. Ma ad oggi sono ancora 500 i veicoli che ogni ora vi transitano, bus , taxi, ncc, città del vaticano, auto blu, preti, polizia, carabinieri, vigili, pompieri, corpo diplomatico, ecc. Decisamente troppi.

Diamo una mano a Marino, anzi diamogli due piedi e due pedali. La comunità ciclistica romana ha il sentore che il neo sindaco Marino non ce la faccia da solo a compiere fino in fondo una vera pedonalizzare dei Fori, per questo ha deciso di dare una mano facendogli vedere, e facendolo vedere anche a tutti i cittadini della capitale, come si pedonalizza una strada. Anche la velocità dei veicoli resta una questione irrisolta, il limite attuale è di 30 km orari ma, tranne durante i primi giorni in cui la via era presidiata da una pattuglia munita di autovelox, non viene mai rispettato. Di fatto Via dei Fori Imperiali resta un tratto di strada dove non si può passeggiare o pedalare senza il rischio di venir travolti da un mezzo a motore. L’occupazione pacifica dei Fori si è risolta dopo una quarantina di minuti e le biciclette sono partite per una breve Critical Mass attraverso le vie del centro cittadino.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*