Nove automobilisti su dieci (il 93%) dichiarano di avere difficoltà a notare un ciclista per strada e un automobilista su due (il 55%) di restare stupito ogni qualvolta ne vede uno spuntare da non si da dove. Sono i risultati di un recente studio dell’agenzia inglese The AA effettuato su un campione di 17,629 automobilisti.

Un precedente studio incentrato sulla visibilità dei motociclisti aveva dimostrato come l’85% di chi guida fatica a vederli (alle due ruote a motore va un poco meglio di quelle a pedali!) mentre come per le bici un automobilista su due (il 57%) si stupisce ogni volta vede spuntare un motociclista. Sempre secondo The AA quasi la metà degli incidenti stradali (il 42%) avviene per la scarsa attenzione degli automobilisti.

#ThinkBikesE’ per questo che venerdì 7 marzo a Londra è stata lanciata la campagna #ThinkBikes con la messa in rete del video Now you see me che vede protagonisti il ciclista campione olimpionico  Chris Boardman e il motociclista John McGuinness e la distibuzione di un milione di adesivi #ThinkBikes da applicare sugli specchietti retrovisori che verranno distribuiti dalla polizia metropolitana.

Il concept. L’idea della campagna è venuta a Tony Rich, della The AA, dopo che il suo amico Jack Bellis è rimasto ucciso in moto a seguito di un incidente stradale.

Reazioni. All’iniziativa ha risposto con entusiasmo il Sindaco della capitale inglese Boris Johnson, ciclista anche lui, che l’ha definita “una idea semplice e brillante che ricorda a tutti noi, ciclisti e motorizzati, l’importanza di notarci reciprocamente”

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*