“In bici attraverso l’Asia”: l’avventura on the road di Alberto dal Veneto al Nepal

Ci scrive Alberto Soldà, 20anni, pochi soldi in tasca ed una gran voglia di viaggiare. Ha deciso di prendersi un anno di libertà e di girare l’Asia nel modo più economico e più appassionante che ci sia: in bicicletta. Ve lo presentiamo

AlbertoSono partito il 31 ottobre 2013 da casa mia (Mogliano Veneto, vicino a Venezia) e ho attraversato la Slovenia, la Croazia, il Montenegro, l’Albania, la Grecia, la Turchia, l’Iran, gli Emirati Arabi e ora sto girando l’Oman.

Sto aspettando il visto indiano, dopodiche’ volero’ a Goa, nel sud dell’India. Da li’ proseguiro’ verso nord fino al Nepal. Avevo intenzione di viaggiare fino in Mongolia ma per via di contrattempi con i vari visti ho deciso che il Nepal sara’ la mia meta finale, anche perche’ a luglio vorrei essere di nuovo a casa.

La mia bici e’ una vecchia Mountain Bike in acciaio (pesante ma resistente e facile da saldare, nel caso ce ne fosse bisogno); ho due borse Ortlieb posteriori, due Vaude anteriori, una sacca stagna legata al portapacchi e l’immancabile borsetta frontale da attaccare al manubrio (e’ molto comoda). I copertoni sono rinforzati e i pedali hanno gli sganci rapidi.

 

L’esperienza che sto facendo e’ unica, invito chiunque a fare altrettanto. Uno dei miei intenti e’ mostrare che chiunque possa fare altrettanto, gli unici nostri limiti sono quelli che ci auto imponiamo.

Nella mia pagina facebook In bici attraverso l’Asia – Durch Asien mit dem Fahrrad potete trovare gli aggiornamenti e le foto che nel corso del viaggio via via caricherò.

Se avete intenzione di fare un viaggio in bici, scrivetemi pure, sarò felice di dare qualche consiglio (non aspettatevi risposte immediate perche’ ho accesso a internet molto saltuariamente).

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

1 Comment